Portafoglio Storico
Vai ai contenuti

Società Sportive

Museo Virtuale

Associazioni Sportive nello Specchio delle Carte Valori d'Epoca

Su queste pagine Le proponiamo alcuni documenti di particolare interesse storico ed artistico difficilmente reperibili, molti dei quali appartenenti a collezioni private. Si consiglia, tuttavia, di prendere contatto con noi in caso di specifico interesse.



Società Bolognese per le Corse al Trotto
Società Bolognese per le Corse al Trotto
Azione nomina­tiva di 50 Lire. Bologna 20 maggio 1891. Formato 24x19,5 cm. Cartoncino spesso. La società fu fondata il 15 agosto 1876 da Giuseppe Ballarini (1837-1915), firma autografa in veste di presidente. Le cosiddette corse dei "sedioli e bi­roccini" per cavalli di ogni razza si tenevano nel mese di maggio, durante la tradizionale permanenza in città della Madonna di San Luca, nell'anello della Montagnola. La prima ebbe luogo nel 1847. Capitano di cavalleria e futuro comandante dei pompieri (dal 1879 al 1900), Ballarini fu anche giornalista e dirigente ippico di primo piano, anche a livello nazionale. Fu inoltre presidente della "Consociazione ippica italiana per il trotto", fondata nel 1885, e istituì il Derby del Trotto, disputato per la prima volta a Bologna nel 1889. Tra il 1877 ed il 1882 il sodalizio bolognese del trotto organizzò ben tredici corse a sedioli. Le gare si svolgevano col sistema delle batterie e della finale dei vincitori. Tra i cavalli si distinse il roano Vandalo, vero asso pigliatutto. Dal 1881, al posto del pesante sediolo, fece la sua appari­zione il sulky di concezione americana.
Soc. An. Incremento Corse al Trotto - S.A.I.C.T.

Soc. An. Incremento Corse al Trotto - S.A.I.C.T.

Azione nominativa di 1.000 Lire emessa a Bologna il 6 febbraio 1939 - XVII.

Documento particolarmente pregiato per la sua spettacolare veste grafica e la sua rarità: nella elegante cornice di ispira­zione Liberty, con sinuosi motivi floreali, si inseriscono magistralmente le vignette riproducenti una corsa ippica, il mo­numentale ingresso dell’ippodromo di Bologna - inaugurato nel 1932, le celebri due Torri - simbolo della città e lo stemma comunale sostenuto da un fascio littorio. Il capoluogo emiliano viene considerato la patria del trotto na­zionale per la sua centenaria e gloriosa storia ippica che ha visto affermarsi campioni indigeni quali il cavallo Varenne, uno dei migliori trottatori di tutti i tempi.
Modena Football Club

Modena Football Club

Azione nominativa infruttifera di 1.000 Lire rilasciata a Modena l’8 novembre 1925.

Animato scorcio di uno stadio, con giovani che giocano a calcio, sorretto dai rami di una possente quercia, simbolo di forza. Ai piedi dell’albero l’acronimo della società calcistica, caratterizzata dai colori giallo-blu.
Il Modena Football Club fu costituito nel 1912 dalla fusione di due associazioni studentesche che si erano distinte in alcuni tornei regionali: l’Associazione Studentesca del Calcio e l’Audax Football Club. Il primo presidente fu il docente universitario Giuseppe Salotti. Coinvolto nella ge­stione del club fu anche l’imprenditore modenese Adolfo Orsi (1888-1972), noto proprietario della Maserati dal 1937 al 1968. Fin dalla sua nascita il Modena disputò le gare interne allo stadio Alberto Braglia, intitolato al ginnasta modenese vincitore di tre ori olimpici.



F.C. Internazionale Milano S.p.A.
F.C. Internazionale Milano S.p.A.
 
Azione nominativa di 10.000 Lire rilasciata a Milano il 9 agosto 1967.
 
Officina Carte Valori Turati Lombardi e C. - Milano.
 
Il certificato fu stampato nei colori sociali nero-azzurro con la stella dorata, riconoscimento alla squadra per aver vinto 10 campionati italiani, che spicca nella parte superiore e sullo sfondo. L’origine della famosa associazione calcistica milanese, più conosciuta come Inter, risale al 1908 quando 44 soci dissidenti del preesistente Milan Foot-Ball e Cricket Club, riunitisi al Ristorante Orologio, diedero vita al Foot-Ball Club Internazionale; solo più tardi, quando la società di­ventò per azioni nel 1967, venne aggiunta alla denominazione ufficiale la specifica “Milano”. Il capitale sociale fu ri­partito in 705 azioni. Firma fac-simile di Angelo Moratti (1909-1981), presidente dell’Inter dal 1955 al 1968.
Milan A.C. S.p.A.
Milan A.C. S.p.A.
Titolo nominativo di 5 azioni da 10.000 Lire emesso a Milano il 31 agosto 1970.
Officina Carte Valori Turati Lombardi e C. - Milano.
Il gagliardetto rosso-nero della squadra milanese campeggia nella parte superiore del certificato. Firma fac-simile di Franco Carraro, presidente del Milan nella stagione 1970-1971. Il leggendario club milanese fu fondato nel 1899 da un gruppo di inglesi e di italiani animati dalla passione per il calcio: nacque così il Milan Foot-Ball e Cricket Club; da esso si distaccarono nel 1908 44 soci dissidenti per dare vita al Foot-Ball Club Internazionale, l’attuale Inter. Nel 1919 il Milan Foot-Ball e Cricket Club abbreviò la denominazione in Milan Football Club, ulteriormente modificata nel 1936 in Milan Associazione Sportiva.
Nel 1939 le autorità fasciste imposero l’italianizzazione del nome in Associazione Calcio Milano, ma al termine della seconda guerra mondiale, nel 1945, la squadra tornò alla vecchia denominazione: nacque così l’Associazione Calcio Milan, divenuta una SpA nel 1960.

portafogliostorico@aruba.it
© Gennaio 2017 -  Portafoglio Storico - dal 1982
P.IVA 03208000376 - portafogliostorico@aruba.it

Logo Portafoglio Storico
Torna ai contenuti