Portafoglio Storico
Vai ai contenuti

Sardegna

Museo Virtuale > Regionali
Storia Economica Regionale attraverso Antiche Carte Valori


Su queste pagine Le proponiamo alcuni documenti di particolare interesse storico ed artistico difficilmente reperibili, molti dei quali appartenenti a collezioni private. Si consiglia, tuttavia, di prendere contatto con noi in caso di specifico interesse.


3% Compagnia Reale delle Ferrovie Sarde

3% Compagnia Reale delle Ferrovie Sarde

Legge 20 giugno 1877 e R. Decreto 4 maggio 1882 - obbligazione al portatore da 500 Lire. Roma 12 maggio 1882. 43x25 cm.

Carta con filigrana. Stemma sabaudo in alto e ai due lati. Locomotiva a vapore con macchinisti all’opera. La società fu fondata nel 1863 per la costruzione e l'esercizio di alcune linee ferroviarie in Sardegna tra cui: Cagliari - Oristano, Sassari - Portotorres, Decimomannu - Iglesias e Sassari - Ozieri. Nel 1885 la ragione sociale fu modificata in Società Italiana per le Strade Ferrate della Sardegna. Passò alla gestione governativa nel 1971.


Sardamare

Sardamare

Compagnia di Navigazione per i Servizi Marittimi della Sardegna - titolo nominativo cumulativo di azioni da 1.000 Lire cad. Sassari 1947. 33x22 cm.

Vari stemmi araldici fra cui, in alto, quello della Sardegna. Ovali laterali con bastimento in navigazione e simboli del trasporto e delle comunicazioni.


Società di Correboi

Società di Correboi

Azione al portatore di 100 Lire, poi convertita in nominativa. Genova 20 agosto 1907. 24,5x39 cm.

Vignette con scorcio portuale e veduta degli stabilimenti minerari. Fori di annullo ricoperti a tergo all'origine. Emissione rara! La compagnia, costituita nel 1880, fu inizialmente amministrata dal Barone genovese Andrea Podestà (1832 - 1895), sindaco della città e Senatore del Regno d’Italia. Esercitò varie miniere in Sardegna fra cui quelle di Argentiera e di Corongiu. L’imprenditore promosse in Parlamento la realizzazione della ferrovia dell’Ogliastra, ottenendo una stazione nei pressi delle miniere, altrimenti isolate, per il trasporto del carbone.


4,50% Credito Fondiario Sardo
4,50% Credito Fondiario Sardo
Cartella al portatore di 500 Lire. Milano 18 marzo 1905. Non quotata**. Assai decorativa: ornato, con richiami Liberty, impreziosito da vignette con agricoltori in abiti tradizionali e attrezzi da lavoro. Emblema della Sardegna in alto e stemma sabaudo in basso. L’istituto fu fondato a Cagliari nel 1898 per erogare mutui ipotecari in Sardegna e nel Comune di Roma. La sede sociale, inizialmente a Milano, fu poi trasferita a Roma. Dopo il secondo conflitto mondiale si inserì nella ricostruzione del paese, ampliando le proprie attività a quasi tutto il territorio nazionale nel mondo dei crediti a favore di opere pubbliche e dei finanziamenti industriali di natura fondiaria. Negli anni Sessanta passò sotto il controllo del Banco di Roma e nel 1965 la sua denominazione fu modificata in Credito Fondiario SpA. Negli anni Novanta fu rinominato Credito Fondiario ed Industriale – Fonspa e nel 2006 Credito Fondiario - FonspaBank, controllata al 100% dalla banca d’affari americana Morgan Stanley.

Il Sughero
Il Sughero
Azione al portatore di 100 Lire. Tempio Pausania, un tempo in provincia di Nuoro oggi capoluogo con Olbia della provincia Olbia-Tempio, maggio 1913. Originale bordo rappresentato da tronchi stilizzati delle querce utilizzate per l’estrazione del sughero, tradizionalmente una delle principali risorse ambientali e produttive della Gallura, dove si produce il 90% di tappi in sughero per l’Italia e il 40% per l’estero. A Tempio Pausania si trova, infatti, il Dipartimento della Ricerca per il Sughero.

Società Anonima Idrogeno Ossigeno – Cagliari - S.A.I.O.
Società Anonima Idrogeno Ossigeno – Cagliari - S.A.I.O.
Azione di fondazione al portatore da 1.000 Lire, valore ridotto a 800 Lire nel 1928 (timbro trasversale a inchiostro rosso sul certificato). Cagliari 1925. Formato piccolo 28x13,5 cm. Arti Grafiche Goretti, Sesto San Giovanni. Pannelli laterali decorativi, acronimo S.A.I.O. in testa. L’azienda, impegnata principalmente nel settore dei gas tecnici e medicinali, fu assorbita nel 1941 dalla S.A.S.O.I. – Società Anonima Sarda Ossigeno Idrogeno.

Bonifiche Sarde
Bonifiche Sarde
Azione al portatore da 100 Lire. Milano dicembre 1924. Officina Carte Valori Turati Lombardi e C. – Milano. 36,5x27 cm. Elaborata cornice con motivi ornamentali stilizzati e spighe laterali. Il documento, che rappresenta uno splendido esempio di finezza e gusto grafico caratteristico dell'epoca, fu disegnato dal noto pittore sardo Filippo Figari (1885-1973) che svolse un ruolo di primo piano nel panorama culturale del Novecento, decorando fra l’altro molti dei più importanti edifici pubblici dell’isola, fra cui il palazzo del Comune di Cagliari, sua città natale. La compagnia realizzò un progetto di bonifica su un territorio di ventimila ettari, nell’area di Oristano, trasformando una zona colpita dal dissesto idrogeologico e flagellata dalla malaria in una terra irrigua con aziende razionali e moderne. Fu creato così un piccolo comune rurale, sorto dal nulla - Mussolinia, ora Arborea - con 4.500 abitanti nel 1938, un piccolo gioiello mai più ripetuto nel quadro frammentato dell'economia sarda e della bonifica in Italia. La società fu quotata alla Borsa Valori di Milano dal 1925 al 1957.

portafogliostorico@aruba.it
© Gennaio 2017 -  Portafoglio Storico - dal 1982
P.IVA 03208000376 - portafogliostorico@aruba.it

Logo Portafoglio Storico
Torna ai contenuti