Vai ai contenuti

Menu principale:

Titoli azionari bancari fuori corso

Proposte On-line > Estratti da Catalogo

Segue una selezione del nostro ampio archivio di titoli bancari. Su richiesta Le invieremo volentieri delle proposte mirate insieme al listino bimestrale di Portafoglio Storico.

4% Credito Fondiario della Cassa di Risparmio in Bologna cartella al portatore di 500 Lire. Bologna 24 novembre 1937 Anno XVI. 25,5x37,5 cm. Officine Carte Valori Turati Lombardi e C - Milano. Nel campo superiore medaglione con l'effigie di Pier De’ Crescenzi (1233-1320),  celebre scrittore e agronomo bolognese; in quello inferiore sigillo a secco con lo stemma di Bologna. Emerge dallo sfondo la celebre statua bronzea del Nettuno, oggetto di un recente importante restauro, che sovrasta la fontana monumentale sita nel centro storico del capoluogo emiliano, opera dello scultore fiammingo detto Giambologna.

Stato di conservazione: SUP 55




Credito Generale azione al portatore da 100 Lire. Trieste 1 settembre 1921. Tipografia Zanardini & C. – Trieste. 36,5x24,5 cm. Ricca cornice decorata. Impronta a secco in alto con il logo della banca, riproducente fra l’altro la leggendaria alabarda di San Sergio.

Stato di conservazione SUP- 50















Banco de Espana y Paraguay azione al portatore di 1.000 Pesos. Asuncion 1922. 31x34 cm. Figura femminile simbolica con corona.

















Banca Italiana di Sconto certificato nominativo cumulativo di 50 azioni da 500 Lire ciascuna rilasciato a Roma il 19 agosto 1926. 24x37 cm. Tipografia non rilevabile. Documento concepito dal pittore Giuseppe Lombardi ed ispirato nei caratteri e nei fregi a motivi della romanità, in cui spiccano la lupa capitolina con i gemelli e pittoreschi scorci monumentali di Roma. La banca fu costituita nel 1914 dalla fusione tra la Società Bancaria Italiana e la Società Italiana di Credito Provinciale - ex Banca di Busto Arsizio. Sorta sotto i migliori auspici, anche politici, fu una delle principali banche dell'epoca e contribuì validamente al finanziamento delle imprese della prima guerra mondiale. Nell’immediato dopoguerra iniziò una politica di espansione all’estero, specialmente in Sud America. Contribuì tra l’altro alla costituzione della Banca Caucasica con sede a Tiflis (Cod. 723 del listino). Coinvolta, tuttavia, in operazioni finanziarie avventate, mostrò già nel 1919 i primi momenti di crisi. Nulla riuscì ad evitare nel 1921 il suo clamoroso fallimento in cui fu trascinata fra l’altro dalla Società Ansaldo, sua maggior creditrice.
Stato di conservazione SUP 55.






Credito Italiano
Certificato nominativo di 5 azioni da 2.000 Lire cad. Genova 1977.
Antico istituto di credito le cui origini risalgono al 1870, anno della sua costituzione come Banca di Genova. Vittima della crisi bancaria del 1893, fu riorganizzato nel 1895 mutando ragione sociale in Credito Italiano. Nel 1998, in seguito alla fusione dei gruppi Credito Italiano (formato da Credito Italiano e Rolo Banca 1473) e Unicredito (formato da Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona - Cariverona, Cassa di Risparmio di Torino e Cassamarca) nacque Unicredito Italiano, in seguito rinominato Unicredit.














Cassa Rurale ed Artigiana di Castenaso titolo nominativo cumulativo di azioni da 10.000 Lire ciascuna. Castenaso BO 31 dicembre 1981. 21,5x33,5 cm. Carte Valori Ciscra. La banca, istituita nel 1902 con sede a Villanova di Castenaso, fu trasformata in Società cooperativa a responsabilità limitata nel 1981. Logo CRA in alto. In seguito al Testo Unico Bancario del 1993 tutte le Casse Rurali ed Artigiane modificarono il tipo di operatività e la denominazione in Banche di Credito Cooperativo - BCC.

Stato di conservazione SUP 55

© Gennaio 2017 -  Portafoglio Storico - dal 1982
P.IVA 03208000376 - portafogliostorico@aruba.it

Torna ai contenuti | Torna al menu