Portafoglio Storico
Vai ai contenuti

Aviazione - Costruzioni Aeronautiche

Museo Virtuale
Storia dell' Aviazione nello Specchio delle Carte Valori d'Epoca

Su queste pagine Le proponiamo alcuni documenti di particolare interesse storico ed artistico difficilmente reperibili, molti dei quali appartenenti a collezioni private. Si consiglia, tuttavia, di prendere contatto con noi in caso di specifico interesse.

Società Anonima Costruzioni Aeronautiche Savoia
Società Anonima Costruzioni Aeronautiche Savoia
Azione di fondazione al portatore di 100 Lire. Milano 19 settembre 1913. Restaurato con grande maestria. Ricca cornice decorativa: nel medaglione laterale di sinistra un idrovolante in volo; in quello di destra, due aerei superleggeri; in alto, il marchio di fabbrica: un’aquila che spicca il volo con il motto “Sempre più alto”. Fu una delle prime società a livello mondiale per la produzione e la commercializzazione di idrovolanti per uso civile, autorizzata da Casa Savoia a fregiarsi del nome dinastico per effetto di un Brevetto Reale. Nel 1915 la Savoia confluì nella SIAI - Società Idrovolanti Alta Italia. Infine, nel 1921 la SIAI fu rilevata da uno dei pionieri dell’Aviazione italiana: l’ingegnere Alessandro Marchetti (1884-1966). Nacque così la famosa Savoia-Marchetti di Sesto Calende (Varese), che nel periodo tra le due guerre si specializzò in aerei da crociera transoceanica in materiale superleggero (è l’epoca dei leggendari voli di Ferrarin, De Pinedo e Balbo). La Savoia-Marchetti partecipò all’ultimo conflitto mondiale e nel 1944 riprese l’antico nome di SIAI-Marchetti. Nel 1983 essa è stata acquisita dall’azienda aeronautica Agusta, e nel 1997 è entrata a far parte della Aermacchi.

Società Anonima A. Nucci e C.
Società Anonima A. Nucci e C. (già Società Costruzioni Areonautiche Roma)
Titolo di fondazione al portatore per 10 azioni da 500 Lire cad. Roma 30 settembre 1918. 25x18,5 cm. Tipo-Litografia Cav. G.Semitecolo, Roma. Cornicetta stilizzata con ramoscelli e motivi floreali in cui spiccano il marchio della compagnia – rappresentato da una stella radiante a 5 punte - e la lupa capitolina con i gemelli. Sin dal 1913 la crescita dell’industria aeronautica italiana fu tanto veloce quanto disordinata: numerose aziende si cimentarono nelle costruzioni aeronautiche senza possedere i requisiti tecnico-organizzativi necessari per far fronte a produzioni così complesse, determinando notevoli ritardi nelle consegne delle commesse. Per migliorare tale situazione, in vista della prima guerra mondiale, fu consentito il passaggio di molti tecnici militari all’industria privata.

Industrie Aviatorie Meridionali S.A.

Industrie Aviatorie Meridionali S.A.
Certificato al portatore di 50 azioni da 100 Lire cad. Napoli 1 gennaio 1919. Formato 26x17 cm.

In alto simbolico marchio con motore ad elica e ali di uccello spiegate. In basso pittoresco scorcio del golfo napoletano con il Vesuvio fumante. La società, con stabilimenti a Baia e a Lucrino, produceva su licenza idrovolanti di tipo FBA per la Regia Marina.


portafogliostorico@aruba.it
© Gennaio 2017 -  Portafoglio Storico - dal 1982
P.IVA 03208000376 - portafogliostorico@aruba.it

Logo Portafoglio Storico
Torna ai contenuti